Happy Friday

METTITI IN GIOCO

11.06.2021

Vi è mai capitato di iniziare qualcosa con grande motivazione, ma di perdere la grinta poco dopo, arrivando al punto di mollare?

Lunedì ho partecipato alla mia prima classe di ballo.
Era da una settimana che aspettavo questo momento e per tutto il tempo, nella mia mente, non avevo fatto altro che immaginare di danzare in mezzo ad una sala, con un bellissimo abito, muovendomi in modo sensuale come una vera ballerina di salsa. Fantasticavo all’idea che quel corso sarebbe stata l’occasione per esprimere a pieno la mia femminilità e far emergere il mio innato senso del ritmo che credevo di avere.
Dico “credevo” proprio perché lunedì, non appena è cominciata la lezione, mi sono scontrata con una realtà dei fatti completamente differente rispetto alle mie aspettative.
Quando l’insegnante ha acceso la musica tutto il gruppo, che seguiva il corso già da diverso tempo, ha iniziato una coreografia.
Non sapevo come muovermi o che passi fare.
Più volte sono stata d’intralcio alle due ragazze che erano affianco a me in prima fila.
Non riuscivo a seguire il loro ritmo ed ero totalmente scoordinata nei miei movimenti.
Ammetto di essermi sentita in imbarazzo e fuori luogo.
Per un attimo il mio pensiero è stato quello di uscire dall’aula e scappare via.
In quel momento ho provato anche io le stesse sensazioni che alcune di voi vivono durante il primo allenamento o il primo live workout in SGP app. Ci si sente goffe, lente o incapaci.

Ma sapete poi cosa ho fatto, come ho reagito?
Ho scelto di mettere da parte quella convinzione che per fare qualcosa bisogna necessariamente farla bene, essere brave o predisposte, ed ho affrontato quella situazione con ironia e leggerezza.
Ho sorriso di me, con me e con gli altri.
Sono uscita da quella sala felice per il semplice fatto di essermi divertita e non triste per non essere stata all’altezza delle persone che mi circondavano.

Quando iniziamo un nuovo percorso tendiamo a partire con delle aspettative irrealistiche. Pretendiamo di riuscire a concludere un workout, di partecipare ad una lezione di ballo stando al passo con persone più preparate di noi o di far scomparire la cellulite dopo solo qualche settimana di sana alimentazione.
Di conseguenza si crea una discrepanza tra ciò che si vorrebbe e ciò che si ottiene realmente. Finiamo così per essere frustrate, insoddisfatte della nostra performance e rischiamo di sviluppare dentro di noi delle credenze limitanti.

Questo accade perché spesso costruiamo le nostre aspettative confrontandoci con gli altri.
Su Instagram la vita degli altri ci sembra così facile, felice e perfetta, ma non possiamo sapere realmente quanto tempo, dedizione, impegno e quante difficoltà si celano dietro ciascun singolo traguardo.

Sogniamo in grande, ma impariamo a fare chiarezza.
Puntiamo a degli obiettivi che possano essere raggiungibili, considerando la variabile del tempo e della sostenibilità del percorso.
Mettiamoci in gioco.
Incoraggiamoci a portare del nuovo nella nostra vita, accettando anche la nostra esecuzione imperfetta.
Iniziamo, ma non scappiamo.
Affrontiamo con un sorriso anche le difficoltà che incontreremo, perché avremo sempre tempo per migliorare.
Non c’è fretta.

AD MAIORA
SELLY

Happy Friday

METTITI IN GIOCO

11.06.2021

Vi è mai capitato di iniziare qualcosa con grande motivazione, ma di perdere la grinta poco dopo, arrivando al punto di mollare?

Lunedì ho partecipato alla mia prima classe di ballo.
Era da una settimana che aspettavo questo momento e per tutto il tempo, nella mia mente, non avevo fatto altro che immaginare di danzare in mezzo ad una sala, con un bellissimo abito, muovendomi in modo sensuale come una vera ballerina di salsa. Fantasticavo all’idea che quel corso sarebbe stata l’occasione per esprimere a pieno la mia femminilità e far emergere il mio innato senso del ritmo che credevo di avere.
Dico “credevo” proprio perché lunedì, non appena è cominciata la lezione, mi sono scontrata con una realtà dei fatti completamente differente rispetto alle mie aspettative.
Quando l’insegnante ha acceso la musica tutto il gruppo, che seguiva il corso già da diverso tempo, ha iniziato una coreografia.
Non sapevo come muovermi o che passi fare.
Più volte sono stata d’intralcio alle due ragazze che erano affianco a me in prima fila.
Non riuscivo a seguire il loro ritmo ed ero totalmente scoordinata nei miei movimenti.
Ammetto di essermi sentita in imbarazzo e fuori luogo.
Per un attimo il mio pensiero è stato quello di uscire dall’aula e scappare via.
In quel momento ho provato anche io le stesse sensazioni che alcune di voi vivono durante il primo allenamento o il primo live workout in SGP app. Ci si sente goffe, lente o incapaci.

Ma sapete poi cosa ho fatto, come ho reagito?
Ho scelto di mettere da parte quella convinzione che per fare qualcosa bisogna necessariamente farla bene, essere brave o predisposte, ed ho affrontato quella situazione con ironia e leggerezza.
Ho sorriso di me, con me e con gli altri.
Sono uscita da quella sala felice per il semplice fatto di essermi divertita e non triste per non essere stata all’altezza delle persone che mi circondavano.

Quando iniziamo un nuovo percorso tendiamo a partire con delle aspettative irrealistiche. Pretendiamo di riuscire a concludere un workout, di partecipare ad una lezione di ballo stando al passo con persone più preparate di noi o di far scomparire la cellulite dopo solo qualche settimana di sana alimentazione.
Di conseguenza si crea una discrepanza tra ciò che si vorrebbe e ciò che si ottiene realmente. Finiamo così per essere frustrate, insoddisfatte della nostra performance e rischiamo di sviluppare dentro di noi delle credenze limitanti.

Questo accade perché spesso costruiamo le nostre aspettative confrontandoci con gli altri.
Su Instagram la vita degli altri ci sembra così facile, felice e perfetta, ma non possiamo sapere realmente quanto tempo, dedizione, impegno e quante difficoltà si celano dietro ciascun singolo traguardo.

Sogniamo in grande, ma impariamo a fare chiarezza.
Puntiamo a degli obiettivi che possano essere raggiungibili, considerando la variabile del tempo e della sostenibilità del percorso.
Mettiamoci in gioco.
Incoraggiamoci a portare del nuovo nella nostra vita, accettando anche la nostra esecuzione imperfetta.
Iniziamo, ma non scappiamo.
Affrontiamo con un sorriso anche le difficoltà che incontreremo, perché avremo sempre tempo per migliorare.
Non c’è fretta.

AD MAIORA
SELLY

Articoli correlati

Happy Friday

RIMANI DALLA TUA PARTE

08.01.2021

Leggi

Happy Friday

RICARICHIAMOCI, NON SIAMO DURACELL

28.06.2019

Leggi

Happy Friday

NON AVER PAURA DELLE RIVOLUZIONI…

14.02.2020

Leggi

Articoli correlati